27 aprile 2007

Friends will be friends

Siamo appena a Maggio, e già il 2007 è un anno di merda.
Ma che ci vuoi fare, d’altronde è così.

Lasciando da parte tutte le brutte notizie, che sinceramente non ho voglia di star qui ad elencare per motivi di brevità, devo dire ho mantenuto fede a quello che avevo detto.

Ed infatti son qui, nuovo di pallina, con il mio solito fisico STUPENDO ed il mio sorriso ABBAGLIANTE, a rallegrare la vita di voi poveri stupidi (no Juri non dico a te, te sei stupido e basta).

(No, è vero, sei anche povero, ma non dicevo a te lo stesso).

Le principali novità sono:

- mi sono dato al Judo.
- ho ripreso a coltivare bonsai.
- ho iniziato la mia prima coltivazione di piante carnivore.
- ho cambiato occhiali.
- ho iniziato nuovamente a leggere cose diverse da “Men’s health” e “Muscle and fitness”.
- sto smettendo di fumare, e sono a buon punto (ma è dura).
- mi sono ridato alla rima baciata, come avrete notato dal post precedente.
- ho bisogno di ferie.
- ho sviluppato una dipendenza vergognosa per gli spinaci piccanti di Smania e Baraca.
- ho deciso che wireless e bluetooth sono contrari alla mia religione.

Niente male eh?
Vabbè, niente di eclatante, però per me è molto.

Mi sento molto meglio, quindi direi che posso ritornare a seppellirvi con i miei pensieri confusionari, sovversivi, egocentrici e con una strana tendenza alla commedia all’italiana anni 70.
A proposito, ho comprato “Io zombo, tu zombi, lei zomba”, e lo consiglio a tutti quelli che non l’hanno visto o non se lo ricordano per lo meno a memoria...

E poi sono andato a vedere Luttazzi.
Quell’angelo di Elena ha preso i biglietti in prima fila di fronte al palco. Dove per “di fronte la palco” intendo talmente vicino che un paio di volte ho chiesto a Daniele di parlare più piano, perchè non capivo cosa mi diceva Elena. Fate voi.
Gran bello spettacolo, peccato solo che duri appena due ore (!); sarei veramente rimasto ad ascoltare i deliri di Luttazzi per giorni e giorni.

Ma forse le novità più grosse e succose (che poi son quelle che volete sapere, no?) sono che ho chiuso due sogni che mi erano rimasti aperti a metà, tipo quando sei appena alzato, e non capisci se quello che ti sei sognato sia vero o no.
Vi posso assicurare che è stato orribile, ma in questi pochi mesi son successe cose talmente tremende, che anche il rumore che fa un sogno che va in frantumi, è stato soffocato dal clangore del treno di merda che mi ha travolto.

Ma di questo ne parliamo un’altra volta, che per oggi vi ho regalato già troppe emozioni...

...

...Good friends we have, oh, good friends we've lost
Along the way
In this great future, you can't forget your past
So dry your tears, I say...

O Ciotola


T'amo o mia ciotola
che quando la sera rotola
dai monti giù dal tetto
poi giungi al mio cospetto
ricolma di bocconi
saporiti e buoni.
Bocconi e bocconcini
biscotti e biscottini
dal gusto prelibato
che gioia pel palato
d'un uomo un poco arzillo
cioè io che sono Lillo.
P.S.: sì. Sono tornato.
Dopo vi aggiorno.