24 luglio 2007

Questione di priorità

Cari Bloggoni vicini e lontani, sembra che per un pò (una settimana o giù di lì) non ci sentiremo, causa volontariato c\o festa di paese.
Son di servizio praticamente tutte le sere, con degli orari da apartheid, quindi il tempo che mi rimane credo che lo dedicherò alla Nobile Arte del Ronfare.
Rimanendo a disposizione per ogni eventuale chiarimento, cogliamo l'occasione per porgere Distinti Saluti.
-Lillo

13 luglio 2007

Trofei


Questo gioiello è uno dei due tatuaggi nuovi che mi porto addosso da sabato mattina.

Riassunto dell’evento:

ore 8.30: sono in azienda per aprire a Stefano, che devono montare l’impianto di condizionamento (si, lavora anche di Sabato e Domenica)

ore 9.45: mi trovo in centro città con Elena e partiamo alla volta della bottega del pittarolo

ore 10.00: puntuali come la morte, arriviamo alla bottega, solo per scoprire che il tatuatore è in clamoroso ritardo a causa dei treni

ore 10.30: dopo un giretto per Reggio, torniamo alla bottega e troviamo l’artista, che fra bestemmie e maldicenze mi spiega che gli si è fottuta la stampante, e che deve ricopiare a mano i disegni dalla e-mail che gli ho inviato.

ore 11.15: i disegni son pronti e mi accomodo, dopo qualche prova allo specchio, sulla poltroncina da dentista, ed iniziamo la seduta


Il resto è solo dolore e piacere, quella commistione leggermente masochistica che accompagna ogni appassionato di tatuaggi all’ennesimo incontro con l’ago e la macchinetta.

Mi godo ogni minuto, ogni centimetro, ogni scossa che mi attraversa i nervi quando il dolore pungente mi segna la pelle con linee nuove e perfette.

Dio, che mattina.

Il rientro a casa è un po’ peggio: la mia mamma mi guarda e dice “pensavo peggio” (beh, grazie mamma, vedo che affronti la cosa dal punto di vista giusto), mio padre non mi saluta neanche (e tutt’ora evita di farlo), mia nonna dice che quello sulla pancia gli piace, ma quello sul petto potevo anche evitarlo. Vabbè, effettivamente me lo aspettavo.

Passo ad incremare amorevolmente le mie due creature nuove. La pelle è un po’ gonfia, ogni passaggio della mano sui disegni mi provoca un po’ di dolore.
Ma fa tutto parte della cosa, ed è meraviglioso.

Poi via verso la grigliata, a far da mangiare e portare in tavola quello che cuciniamo per gli amici.
A vantarsi dei tattoo.
Ad incontrare persone che non vedi per mesi, a farti spiegare che fine hanno fatto.
A vivere con le persone che ami.

07/07/07: un giorno che ricorderò a lungo.

Baci,
-Lillo

Pleased to meet you
Hope you guess my name
But what's puzzling you
Is the nature of my game

02 luglio 2007

Ma toh...

...ma chi si rivede! No, non sono morto, è che mi son dedicato INTENSAMENTE ad una serie di altre cose...

Prometto che prima del week end risorgo!

Stay tuned.

-Lillo