03 settembre 2007

Che tempo che fa


On Air: The Eve of Destruction, Barry McGuire

“Il Caos (dal
greco Χάος) della mitologia greca
è lo stato primordiale di esistenza da cui emersero gli dei.
Esiodo, nella sua Teogonia, racconta che in principio c'era Caos, il quale diede vita a Gea (la Terra), Tartaro (gli Inferi), Eros (amore), Nyx (l'oscurità della notte) ed Erebo
(le tenebre degli Inferi).”
-Wikipedia, l’enciclopedia libera.

La citazione era obbligatoria, mica sono così acculturato, io.

Oddio, bello, molto bello. Anche molto poetico, tutto ciò, molto.
Peccato che non sempre le cose abbiano risvolti poetici,le cose, non sempre ce li hanno: a volte hanno solo risvolti tristi. Ma tanto tristi.
E questa è una di quelle cose.

Ho voluto segnarmelo addosso perchè devo ricordarmelo sempre. Perchè è il significato più puro e profondo dell’esistenza e, per quanto comico, è anche il primordiale, quasi a rammentarmi che, qualunque cosa io faccia, alla fine torno sempre da dove sono partito.

Perchè devo ricordarmelo bene, io, devo ricordarmi che qualunque cosa faccia, c’è sempre qualcosa che ti guasta la festa e ti distrugge e ricompone la vita come meglio crede.

Perchè come diceva Artemio Mostofolini, noto esegeta della mietitrebbia della bassa povigliese: “Se viene un temporale adesso, mi zaccqua (da zaccquare, verb., 3°pers. singolare: corica, piega, butta a terra) tutto il fieno, e non riesco a fare i balloni. Quindi ce l’ho nel culo, ma tanto ci devo andare lo stesso. Se piove, ‘fanculo”.

Cosa vuol dire?

Vuol dire che cazzo, va tutto in malora, ma veramente tutto, specialmente ora, roba da non crederci.
Ma non per questo smetto di provarci.

Perchè anche io, come il buon Mostofolini, anche io c’ho la testa dura.



Yeah, my blood’s so mad fells like coagulatin’
I’m sittin’ here just contemplatin’

P.S.: scusa Ofelietta, ti ho fregato l’impostazione, ma era una necessità dettata dal momento.
P.P.S.: e così avete visto anche il secondo.
P.P.P.S. (ma poi ho finito): quel bozzo scuro è una cicatrice e no, la freccia in giù non è storta, sono io che non son buono a far le foto.

13 commenti:

Ofelia ha detto...

Ossignore. Hai un tatuaggio intorno all'ombelico?

[dimmi ch'è solo una mia allucinazione. adesso. subito]

E hai la pancia glabra?

[me lo sono immaginato, vero?]

E magari ti depili anche?

[non credo che lo sopporterei]

Non odiarmi.
E' solo che sono piena di pregiudizi.

Lillo ha detto...

Si, ho un tatuaggio intorno all'ombelico e, viste le dimensioni del mio corpicino, non è neanche tanto piccolo, come tatuaggio.

No, non ho la pancia completamente glabra, ho filo di pelo che mi risale dal pube (poco romantico, lo so, ma tant'è). Per il resto di peli ne ho veramente pochi ( a parte i capelli, che ne ho per metà dell'Europa Occidentale), non ho neanche la barba a 30 anni (quasi 30, dai).

No, non mi depilo, ma neanche per sogno: se ci sono, vuol dire che ci devono stare, lì, i peli.

Ed anche io sono pieno di pregiudizi: tanto è vero che sono troppo bello (dentro) e trasparente per coprire cotanta purezza con uno strato di pelliccia.

E sai anche un'altra cosa?
Sono contento di essere così: diversamente pelato.

Eh, son buoni tutti, a perdere i capelli.

Ok?

Vale ha detto...

Pure io ho il tatuaggio intorno all'ombelico, fatto per ricordarmi per sempre il momento in cui no, non sono uscita dal caos ma ho accettato di viverci dentro con una certa serenità.
E meno male che non ti depili, un pò di virilità per Dio!
Anche io Ofelia ho dei seri pregiudizi nei confronti degli uomini depilati... vedi che abbiamo qualcosa in comune ;-)

Ofelia ha detto...

E' che io ho proprio una naturale propensione per gli uomini ricoperti di pelo. Cioè, oddio, non parlo mica di orsi bruni, eh! E' che mi piace una certa peluria diffusa, soprattutto sul petto e sulla pancia. E sulle gambe, anche. No, assolutamente non sulla schiena. E la pianto qui perchè immagino che i miei gusti piliferi non siano d'interesse pubblico.
Tesoro, Lillo, perdonami se ho dubitato di te. Ma, a quanto pare, sei piccolo e glabro perciò non posso che diffidare di te.
Vale, visto che bastava cercare bene? Potremmo fondare un Fronte Anti Depilazione Maschile [anche se FADM non suona granché bene]. Vado a stendere una bozza di regolamento costitutivo.

Lillo ha detto...

Cara Vale, sei una illuminata se riesci a vivere dentro questo caos con una certa serenità. Io proprio non ce la faccio.

My dear Ofelietta, fai bene a non fidarti di me: la fiducia è la madre di tutte le cazzate.

Mie care cheerleaders, credo che fonderò il Fronte di Liberazione dal Pelo Superfluo, con cui combatteremo la schifosa Peluria Imperialista, perchè noi affrontiamo la vita a viso aperto, senza nasconderci dietro un inutile strato di pelliccia.

Callista ha detto...

Le derelitte votano per l'uomo glabro, ci dispiace Ofelia e Vale...
Bello il tatuaggio sul panzino: il solo pensiero di farmi mettere mano in quella zona mi fa venire i brividi, però... Dolorissimo?

Vale ha detto...

Non sono illuminata, però devo pur soppravvivere.

Uomo peloso sempre e comunque. Sulla schiena no, hai ragione Ofelia, però petto, pancia, braccia e gambe e pure un pò di barba, quella di qualche giorno, curata ma che fa finto trasandato... è così piacevole grattarci sopra la guancia se sei una donna in cerca di coccole!

E a me il tatuaggio intorno all'ombelico ha fatto davvero male. Anche se lillo magari deve fare il virile e non lo ammette.
Baci a tutti

Lillo ha detto...

@Vale: oh, ti diverti eh? :D fai bene, perchè se mi sta succedendo quel che credo, domani giuro che scrivo un post di autocommiserazione, vergogna e ribrezzo per la mia inutile e glabra persona. Vedremo.
Anche tu vai per l'uomo peloso? Me tapino...

@Cally: grazie Cara (notare la C maiuscola), meno male che almeno tu intervieni in mio soccorso... qui ormai sono un bersaglio mobile!
Sul pancino fa un male che è meglio che lasciamo stare, ho fatto tutta la seduta artigliato ai braccioli della poltrona. Madonna che brutta roba.
Però, eh, no pain, no gain.

P.S.: si vede che stamttina non ho voglia di stare in ufficio?

Ofelia ha detto...

Grande Vale! Pensa che io sono per i baffi proprio [e pure il pizzetto, dai che sennò dovrei rinnegare il mio trottolino amoroso (oggi mi sono svegliata innamorata e dev'essere una conseguenza del fatto che ieri mi sono addormentata innamorata)]. Ti appoggio in tutto e per tutto, cara.

Callista, mi deludi profondamente.

E tu, Lillo, un uomo glabro ha a malappena diritto alla parola. Perciò ritieniti fortunato a poter parlare. Ecco.

Anonimo ha detto...

ohhhhhhh accidenti!!
ed ora? qui è tutto come dire ..diverso!

commento: la vita si prende sempre ciò che vuole e ti lascia gli scarti.

commento sul tuo template: anch'io ... vorrei che i commenti non si potessero leggere da NESSUNO.
poi in fondo servono solo a chi sono rivolti... si giusto futili risposte!
buona vita, allora!


cominiare

Mafalda ha detto...

e interviene la seconda derelitta ... evviva l'uomo glabro!!!
ed evviva il tatuaggio attorno all'ombelico ... il tuo mi piace molto!

Vota Lillo vota Lillo !!!!!

Lillo ha detto...

Ofelietta mia prediletta, ricorda che quando il 51% saremo noi, i diversi sarete voi. Quanto al diritto di parola, a me bisognerebbe negarlo a priori, ma purtroppo per voi, ciò non è (per ora) possibile.

Caro Anonimo, è dura, ma dura dura, però credo [o più che altro spero] che ne valga la pena.

Mafy, ho sognato un mondo in cui gli uomini glabri siedono al fianco dei pelosi, e parlano insieme di depilazione permanente.

LoStupido ha detto...

merda...
ho un dio degli inferi sui denti!!!!