05 settembre 2007

Occhio per occhio


Questo è il biglietto che ho trovato stamattina sulla porta della mia camera. Un post-it che lascia poco all’immaginazione. Ma partiamo dall’inizio.

Io lo sapevo, che dovevo astenermi dal fare lo sborone (sborone, s.m.: colui il quale si vanta, si pavoneggia, si ganazza ed a volte millanta, normalmente causando fastidio e reazioni negative nei suoi interlocutori), perchè certe cose me le sento nel sangue, io.

GG, non so quali poteri sciamanici tu possieda, forse voodoo, non ne ho idea, forse è solo la mia immaginazione, ma non credo.

Ieri ti prendevo in giro per la ruota da cambiare? Si parlava di virilità?

Ecco, appunto.

Parlavo di pelo con Ofelietta e la Vale?

Aridaje.

Tutto quadra.

Ieri notte ho dormito con la finestra aperta. E vabbè, la mattina un po’ di mal di gola e di testa, è normale, è (o ha? mah, gli ausiliari...) piovuto tutta notte, ho preso un pochino di freddo, a dormire col culo scoperto. Non ho neanche un maglioncino naturale in dotazione, a ripararmi.

Poi peggiora.

A pranzo sono già una mezza salma.

Al rientro a casa, non ne parliamo.

In quel momento, accade il peggio: mia madre entra in camera mia con il termometro. “No” mi dico “non è possibile. Non è ASSOLUTAMENTE possibile”.

E, udite udite, the main man, l’uomo che non deve chiedere mai, che cambia le gomme (sì, da masticare, orco zio) incurante sotto l’acqua, che vola fra i palazzi al richiamo del commissario Gordon, quello che “se non torno fra due ore chiamate il presidente”, quello che se lo chiamano Lillo ci sarà un perchè, al primo COLPO D’ARIA DEL CAZZO si ammala e gli viene LA FEBBRE!

E’ il 4 (o il 5, boh) di Settembre ed ho la febbre. Per Novembre prevedo di avere il tifo, la peste ed un inizio di ebola. Così, tanto per essere sicuri.
Cioè, non ci posso credere. Ho gli anticorpi di una di quelle palle di vetro con dentro la neve, forse qualcuno in meno.

Altro che cambiar le gomme. A casa in poltrona, col pannetto a guardare Tribuna Politica, devo rimanere.

Che vergogna. Ma è giusto così: la prossima volta sto zitto. Dio ##!??@# come mi odio.

Ok, aprite il fuoco: avete il maledetto diritto di massacrarmi.

...

Chuck, scusa, lo so che è successo tutto perchè ti ho nominato in vano.

P.S.: avete notato che ho POSTato un POST-it in un POST? Se questa non è poesia, non so. Si vabbè, ma chevelodicoafare.



...Baby I got sick this morning
A sea was storming inside of me
Baby I think I'm capsizing
The waves are rising and rising
And when I get that feeling
I want Sexual Healing...

13 commenti:

Ofelia ha detto...

Tesoro, quel che mi fa più spavento non è che tu ti sia ammalato così, come un bravo bambino indifeso, ma che tu - a trent'anni - ti faccia misurare la febbre dalla mammina [e che tu viva coi tuoi, certo, ma non voglio fare troppo la stronza, oggi che sei malato]. Argh.

Lillo ha detto...

Guarda, Ofelietta mia adorata, la mamma non mi prova la febbre (e ci mancherebbe altro), ma se non so dove stracazzo tiene il termometro, a qualcuno dovrò pur chiederlo, no?

Quanto al fatto di abitare ancora con i miei, non hai minimante idea di come questo sia un argomento da non toccare (ma neanche per sbaglio) con me in questo momento. Dio solo lo sa ( e anche lui non fa domande).

Comunque, come segno di sconfitta, ho cambiato il mio profilo.
Questo credo che renda di più.

E non ti intenerire solo perchè sono malato, almeno fammi fuori con stile. hhmmmpf.

Che giornata di merda.

Ofelia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Ofelia ha detto...

Ma lo vedi che, tutto sommato, sono anche tenera? Non riesco a dirti nulla di cattivo, oggi [ma può anche darsi che sia dovuto al fatto che mi sono svegliata in preda ai fumi della depressione, quella da scrivere proprio in neretto].
Ah, carino, il nuovo profilo. Senti, ma sei sicuro di non essere un Umpa Lumpa?

Lillo ha detto...

hmmmm, mi è improvvisamente venuta voglia di cioccolato.

hmmm.

Vale ha detto...

Vedi che il pelo serve anche? ;-)
Però mamma mia lillo, una tragedia greca per un pò di febbre. Tranquillo, succede anche agli uomini. Quelli veri. Quelli coi peli!

Lillo ha detto...

Grazie, Vale Vale, mi hai strappato un sorriso, che oggi mi ci voleva decisamente.

E non è una tragedia, anzi, diciamo che è stato un bello spunto per farmi della satira addosso (come se ce ne fosse bisogno - lo dico io prima che lo diciate voi).

Depressione, Ofelietta? Eh, no, cara, facile. Fuori le palle, please (e dico le palle perchè sei maschilista).

Ehm, e poi, volevo dire grazie a tutte due (uff che fatica).

LoStupido ha detto...

sei proprio un asino!!!!!
se sabato non ti presenti ti cambi il nome da lillo a morbillo!

e poi cazzo ti frega, con tutto l'alcool che c'è a roma ti disinfetti il fisico!

Callista ha detto...

Oddio, sei degno compare della Mafy, che muore di febbre se lascio aperta la porta...
Riposati.
Baci

Orso ha detto...

Ecco cosa succede ad avere un fisico da sollevatore di polemiche....

Soundbite ha detto...

Ma dimmi te se dovevi fare lo sborone proprio sta settimana! Io già ti aspettavo qui a braccia aperte e invece mi dicono che sei in stato cadaverico e che il rigor mortis non accenna a diminuire...
Che sola!

Lillo ha detto...

Carissimo Juri grazie, avevo detto di aprire il fuoco e sei l'unico che mi ha dato retta. Com'è andata?

Vedi Mafy, che la tua degna compare non è poi così strana? Non è che avete un posto libero per un derelitto?

Signore e signori, vi presento il mio amico Orso, un metro e novanta per novanta chili di inutilità! Come sei messo? ti prometto che questa settimana usciamo (se non muoio prima, che ormai inizio ad avere i miei fottuti dubbi).

Larry tu non puoi neanche immaginare QUANTO mi sia incazzato. No, non credo tu possa. Comunque me lo merito, anzi lo ribadisco, sono una sola. Sigh.

gg ha detto...

Direi che te lo sei meritato ampiamente. :)