11 ottobre 2007

Prove techiche di sconvivenza

Simoneeeeeeeeeeeeeeeeeeee! Scendi, è ora di cena!
Arrivo, mà, arrivo, finisco due conti e vengo giù.
...
C’è da tagliare del prosciutto.
Vado io, dov’è?
Nel frigo in taverna, nel canovaccio.
Cos’è, lo metti in frigo e poi hai paura che prenda freddo?
*risata*
Ma come sei stupido.
Eh, mamma, buon sangue non mente. A che ora torna papà?
Fra 10 minuti arriva a casa, mi ha chiamato che partiva dalla gelateria 5 minuti fa.
Bau.
Che c’è?
Bau bau.
Eh, sì, bau bau, cosa vuoi? Hai già mangiato, te, adesso tocca a noi.
Bau.
Vabbè, vieni, che rimediamo qualcosa.
Arf.
Non fare l’ingordo. Aspetta che finisco e te ne prendi una fetta anche te.
Bau.
Sì, ho capito, tagliata grossa.
Con chi parli?
Con Bongo, mamma.
Ah, pensavo dicessi a me.
No, dicevo a lui.
Arf.
Ho capito, smettila di sbavare sul pavimento.
Bau.
Eh, lo so che ti fa voglia, però smettila lo stesso, che poi pulisco io. Toh, prendi
*CIOMP*
Bau.
Non c’è di che.
Dai, che c’è già la minestra in tavola, prendi il formaggio prima di sederti.
Arrivo.
Ma sai che sei dimagrito un pò troppo?
Ah sì?
Sì. Eri più in forma l’anno scorso.
Beh, diciamo che avevo una forma, l’anno scorso. Comunque è carino, farmelo notare, davvero.
Beh, cosa ho detto di male? Se non te lo dico io,chi te lo dice.
Effettivamente, lo statuto dei genitori prevede questo diritto.
Appunto.
Niente altro che non va?
Si, dovresti tagliarti i capelli.
Beh, ci stavo pensando l’altro giorno.
Si ma corti.
Hmmm no.
Perché?
Sto rivalutando il capello lungo. A parte la gnagna sul coppino, ovviamente.
Ma non sicapisce di che forma sia la tua testa.
Beh, lo scopo più o meno è quello.
Ah, se pensi di star bene, fai come vuoi.
Mamma, io amo vivere spettinato.
Contento te.
Vabbè ho capito, stasera è così, eh?
Taci che inizia Dr. House.
No cazzo, mamma dai, lo sai che i telefilm con gli ospedali mi fanno specie!
Ah, caro mio, fai come vuoi, mangia alla svelta perché io Dr. House lo voglio vedere.
Ma non ne hai già abbastanza di ospedali, scusa?
Sì, ma almeno qui, le cose finiscono bene.
Ah.
...
Pensi che dovrei ingrassarmi un pò?
Beh, non stai mica male così, però stavi meglio l’anno scorso.
Lo prenderò come un sì.
Prendilo un pò come ti pare, ma non ti offendere mica, che non ho detto niente di male.
Comunicherò al mio ego le tue buone intenzioni, mamma.
Prendi la frutta, va, per favore.
Pronti.
Come va a Judo?
Bene, a parte il fatto che mi faccio ribaltare da bambini grassocci vagamente antropomorfi.
Hai appena iniziato, aspetta un attimo.
Che ti devo dire, è sempre brutto tornare ad essere l’ultima ruota del carro.
Vedi? Se fossi più in forma, non ti faresti ribaltare dai bambini.
Grazie ancora mamma. Sai che anche Erika aveva fatto un discorso così con sua madre, la sera prima?
Scemo. Non dirlo neanche per scherzo.
Ehhhh cosa fai, la drammatica?
No, è che mi fan specie queste cose.
E vabbè, guardati Dr. House, và, che io vado a fare un giro al Pub.
Mi raccomando, bevi.
Scusa?
No, dico, bevi tanta birra, mi raccomando.
Ma sei sicura che non l’hai bevuta tu, la birra?
Si, vabbè, hai capito.
Ci vediamo dopo.
Ciao.
Bau.
Ciao Bongo.
Bau bau.
Anche te? Non mi sbronzo in mezzo alla settimana!
Come dici?
No niente, parlavo con Bongo.
Ho capito, cosa hai detto?
Niente mamma, niente.
Bau.
Eh, ma vaffanculo, guarda che figure mi fai fare.
Bau.
Si tranquillo, torno presto.
Bau.
Anche a te. E occhio alla mamma ed alla nonna.
Bau bau.
Ciao.

Promemoria di Lillo per i prossimi mesi:
- riguadagnare quei maledetti otto chili persi
- tagliarsi la gnagna sul coppino
- prendersi una bella rivincita sui bambini grassocci vagamente antropomorfi

ma soprattutto

- decidersi una buona volta ad andare a vedere quel maledetto appartamento in affitto!


...non sono venuto in motocicletta
non mi sono pettianto con le bombe a mano
non ho messo le dita dentro la spina
non misono lavato con la candeggina.

5 commenti:

Vale ha detto...

Scene di ordinaria convivenza tra figli adulti e genitori.
Per i chili persi, quelli te li passo io, 8 tondi tondi; per l'appartamento vattelo a vedere immediatamente davvero. Subito, DEVI prima di impazzire!
E prenditi su il cane, l'unico che ti capisce in famiglia ;-)
Vale-motivatrice-psicologica!

LoStupido ha detto...

più che judo, ce n'hai del ninja. non ti si vede....
ah, e poi volevo dirti due cose: bau bau bau bau bauuu bau bau! bau!!!!!

LaEmy ha detto...

classica scena da cena!!
sai che la battutina su erika la faccio spesso anche io a mia mamma??? ahahahaha... lei dice che si scrive tutto!!

roberta82 ha detto...

Tutte e le fortune.... Pensa che io l'altra sera stavo andando in discoteca, quando i miei genitori mi hanno fermata prima di uscire:

- Ma vai a balalre con la tua machcina?
- Si mamma...
- E guidi tu, anche al ritorno?
- Si papà...
- Una ragazza non dovrebbe guidare di nottte, soprattutto dopo la discoteca....
- Vabbè, ciao!!!!

E sono uscita.... PENSA!

Lillo ha detto...

@ Vale: vai così, teniamoci su a vicenda :D

@ Jury: vabbè, tanto ormai con te c'ho perso le speranze...

@ laemy: pensa Emi, io ho cantato ad un coltello perchè sono sexy e faccio quello che mi pare...

@ robbbbè: grazie Robby, mi sento meno solo ç_ç