28 giugno 2008

Ad invecchiare bisogna esser bravi

On air: England belongs to me - Cock Sparrer
La mensola su cui tengo le foto degli amici morti ormai è piena, ed io mi rifiuto di comprarne una più grande.

Perché gli amici, gli amici quelli veri, quelli che perderli ti fa male da urlare e piangere così forte da avere paura di perdere gli occhi, quelli che ogni volta che vedi una moto te li immagini ancora con il casco ed i guanti in giro in tangenziale, quelli che sei fortunato, tu, a piangere, perché li hai conosciuti, tu, e mica tutti hanno avuto sto’ culo, perché il mondo è molto meno bello senza di loro, quegli amici devono stare al bancone del Pub, non su una fottuta mensola.

Devono stare a bancone con te.

Perché io, Macchinone, avevo voglia di starci altre mille, no altri milioni di sere, al bancone del Pub con te, perché io ci volevo invecchiare con te, maledetto coglione, perché adesso sto piangendo talmente tanto che ho paura di non riuscire a smettere più.

Perché ti voglio talmente bene che mi manchi già e sei morto solo stanotte.

Perché sei stato tanto e non te l’ho mai detto.

Perché le parole non servono, quando il dolore copre tutto.

Perché anche Micca è morto l’anno scorso su una moto, ed io non starò mai più tranquillo, quando vedrò un amico montarci sopra.

Perché Micca è morto l’anno scorso, ma andarlo a trovare non mi è sembrata una buona idea.

Perché continuo a ripetere che ti voglio bene, ed ho paura che sia vero.



*un ragazzo ed una ragazza, a bordo di una Mini gialla, stanno percorrendo una strada di campagna*

Guarda Lillo, due scie di aeroplano in cielo. Dicono portino fortuna. Ne avremmo bisogno.

Non sono due scie di aereoplano.
Ah no?
No. Sono Micca e Macchinone che si rincorrono.


Ciao Macchinone, amico mio, spero che ci sia qualcosa dopo la vita soltanto per rivedere la tua meravigliosa faccia da culo.
No one can take away our memories
England belongs to me

19 commenti:

Pappina ha detto...

Vicina.
So.
Purtroppo so, al di là di commoventi parole bianche su blu. Il cuore che sembra stringersi.
Un abbraccio.

digito ergo sum ha detto...

sticazzi, lillo, sticazzi.

in questi momenti le parole non servono. a conoscerti, ad averne l'onore, dico, ti abbraccerei forte, abbracerei forte pure micca e macchinone. eppoi ti porterei a bancone. e vaffanculo tutto il resto.

ti abbraccio

Etta ha detto...

Facciamo che non dico nulla. Facciamo che lasciamo che tutt'intorno sia silenzio. Poi ti do un bacio sulla fronte e ti stringo forte forte. Solo un abbraccio, niente di più. Solo un abbraccio, ma con tutto il cuore.

la Dany ha detto...

L'ho saputo ieri sera dal Borco, speravo di non aver capito bene, speravo che parlasse di un altro Alessio.
Ti abbraccio forte e, come tu hai scritto a me, certi ricordi mica ce li han tutti. Anche se vederli cadere così, uno dopo l'altro, anno dopo anno...
Rabbia e dolore nella stessa misura.

Borkodio ha detto...

Io tra una lacrima e l'altra posso solo essere un pelo incazzato. Penso che da qualche anno a questa parte "noi altri" stiamo morendo.
Bello il pezzo lillo, mi ha fatto piacere vedere che al bancone rimaniamo sempre in tanti, anche se adesso, senza la sua risata a 200 Db, sarà molto più silenzioso.

Master of Fouls ha detto...

...ti sono vicino...

MoF

Maurizia ha detto...

un abbraccio forte forte

Vale ha detto...

Niente retorica, solo un abbraccio

Mafalda ha detto...

Un abbraccio di quelli fortissimi.
E il silenzio.
Le parole in questi momenti sono solo rumore!

Callista ha detto...

Tanti baci, Lillo.

Ele ha detto...

...fa male da togliere il fiato....

ICE ha detto...

cazzo Lillo! CAZZO!!!

UN SORRISO PER MACCHINONE...CAZZO!

Maria Rita ha detto...

Un abbraccio sincero... ti sono vicina, con tutto il cuore. Non mi sento di dire altro... in certi momenti le parole non servono.

rompina ha detto...

un abbraccio stretto stretto...di quelli che ti tengono ancorato al mondo mentre singhiozzi e alsci che il dolore esca dal cuore. almeno un po'.

patty ha detto...

:(
un abbraccio fortissimo..(stavolta taccio, le parole non servono)

Gaiux ha detto...

Ti sono vicina, anche se a km di cavi di distanza.

UovoallaCoque ha detto...

Sono almeno 5 anni che capita la stessa cosa con i genitori delle mie migliori amiche.
Non per colpa delle moto, ma di una malattia.

Fa davvero male.

Un bacino

Etta ha detto...

Oi Lillo, ripassavo di qua. Ne approfitto per rinforzare l'abbraccio e stringere ancora un pochino di più.

Larry ha detto...

Sembra che il destino ci abbia giocato lo stesso crudele scherzo. Non lo capisce che a uno, su queste cose qui, non va di giocare. Il destino dico.