22 dicembre 2008

Errare è umano

L'ho rifatto. L'unica cosa che posso fare, a questo unto, è chiedere come regalo a Babbo Natale che non succeda più.
L'ho rifatto, non uguale, ma cambiava poco.
L'ho rifatto. E sto male.

9 commenti:

Spippy ha detto...

Lillo, i sogni sono una delle tante cose che non dipendono dalla nostra diretta volontà. L'errore non è stato tuo, non dipende da te. Forse l'unico modo per non starci così male è cercare di vedere qualcosa di positivo in questo sogno... dici che è fattibile?

Pappina ha detto...

Tutto sta nel capire se il Dr. Lillo intende come "sogno" la metafora di parentesi realmente vissuta oppure un sogno vero. Lillo caro, sono femmina, indi per cui naturalmente portata a complicare le cose. Per me la prima, anti-Quelo.

Orso ha detto...

...dai la cera. Togli la cera.

Buone feste caro.

Franz ha detto...

Io chiamerei un esorcista...sai mai...oppure mangia aglio e cipolla vedrai che sogni....
Buon Natale e tantissimiiiiiiii auguriiiiiiii di buone feste!!!
Franz

MARGY ha detto...

BUON NATALE LIIIIIIIIIIIIIIIIILLLLLLLLLO... ;)

Pupottina ha detto...

non sapendo quando potrò ripassare, visti gli impegni festivi e le corse per i regali di questi giorni, passo ora a farti i miei MIGLIORI AUGURI di Buon Natale ... un abbraccio ^______________^

Lillo ha detto...

@ Spy: sarebbe tutto positivissimo, se fossi un'altra persona.

@ Pappina: il tuo essere così INCREDIBILMENTE femmina ti ha fatto fare un gran bel ragionamento. Raro.
...
Scherzo, dai.
Comunque è la seconda.

@ Orso: a forza di togliere la cera, ho pelato il pavimento.

@Franz: proverò con aglio e cipolla, non ho un buon rapporto con la chiesa...

@ Margy: grazie ed altrettanto :*

@Pupottina: grazie mille, ovviamente ricambio :D

SunOfYork ha detto...

roba freudiana, caro mio. noi futili lettori non possiamo dirti molto.
forse un volume di psicanalisi sì :)
buone feste

delledueluna ha detto...

come ti capisco...

mi sovviene pascoli.
"non esser mai! non esser mai! più nulla , ma meno morte che non esser più"
e non è per nulla consolante.