09 maggio 2009

Kimura


Chinati.
Di più. Si, l’hai schivato, ma di poco. Usa di più le gambe.

Muoviti.
Ecco, così. Bravo.

Adesso afferralo. Per la felpa.
No, non per il bavero.
Lo sai quello che devi fare.

Bene, proprio così.
Passa sotto, adesso. Tieni quell’avambraccio, per Dio.

Ok, l’altra mano, adesso.
Così.
Ce l’hai.

E adesso grida il mio nome, schiantalo per terra, e fa in modo che questo stupido capisca che tu sei il magro sbagliato a cui rompere i coglioni.

4 commenti:

gg ha detto...

Che cattivo che sei! :)

Fragola ha detto...

guarda che io così mi impresssssiono ...

Franz ha detto...

Figoooo!
Mi sento molto Kimura...

Spippy ha detto...

E' questa l'accoglienza che riservi a Spippy per il suo ritorno nel mondo dei bloggers? E io che mi aspettavo un Lillo dolce e affettuoso.. :D

Dì un po', per quest'estate lo vogliamo poi organizzare un incontro in grande?

Ti sbaciucchio tutto.